Aspetti produttivi

Le attività proposte saranno modulate sulla base dell’età della persona, del contesto familiare e della presenza/assenza di una rete sociale: esse occuperanno uno spazio a loro adatto e si farà particolare attenzione ai singoli, nel pieno rispetto della libertà e delle esigenze personali.

L’obiettivo è quello di dare ad ogni individuo (bambino, ragazzo, giovane adulto) la possibilità di esprimersi secondo le sue potenzialità e caratteristiche in un ambiente sicuro, divertente, ricco e stimolante.

Si terrà conto, oltre che delle preferenze individuali, della situazione di partenza del singolo, che in alcuni casi può tradursi in deficit cognitivo, fisico, sensoriale, per dare strumenti adatti che superando l’ostacolo, permettano lo sviluppo della persona.

Gli strumenti pertanto saranno appropriati e adattati, pensati alle esigenze ed alle possibilità del singolo utente, in tal modo si promuoverà la formazione completa di quel soggetto e la manifestazione completa di ciò che egli è in grado di fare, qui e ora ed in una prospettiva futura.

Gli interventi messi in atto hanno la funzione di:

  • offrire supporto e rinforzo al nucleo familiare per evitare lo sviluppo di problematiche relazionali con il soggetto disabile e la realtà sociale;
  • attivare risorse per facilitare ai soggetti disabili l’accesso ad opportunità della cosiddetta “vita normale” e favorire la loro integrazione sociale;
  • realizzare azioni di sostegno che permettano di limitare e dilazionare nel tempo il ricorso all’istituzionalizzazione delle persone in situazione di disabilità.

Il Progetto Disabili, attraverso la presa in carico diretta delle persone disabili e delle loro famiglie, persegue i seguenti specifici obiettivi:

  • acquisizione di migliori livelli di autonomia personale e relativo mantenimento;
  • sviluppo e recupero globale della personalità;
  • aumento della capacità di relazione con gli altri e con l’ambiente per un ampliamento della rete di relazione;
  • sostegno e rinforzo al nucleo familiare in cui vive la persona disabile.

L’intervento educativo, accanto a quello assistenziale, si deve porre in un’ottica progettuale, tesa a sviluppare le potenzialità individuali in diversi ambiti:

  • integrazione sociale;
  • integrazione scolastica;
  • tempo libero;
  • formazione professionale;
  • sviluppo di pre-requisiti rispetto all’attività lavorativa e percorsi propedeutici all’inserimento nel mondo del lavoro.

La cooperativa si rende disponibile ad adottare degli orari flessibili nel corso della giornata lavorativa ordinaria in rapporto alle esigenze dell’utenza e a realizzare interventi anche in giornate festive e prefestive ed interventi temporanei presso altro domicilio.

I servizi sono erogabili:
• a livello domiciliare nei Municipi V-VII-X di Roma